Seleziona una pagina

Leonardo Passeri

Leonardo Passeri nasce ad Assisi nel 1982, la sua attitudine artistica lo porta a frequentare il liceo artistico accrescendo sempre di più la sua passione per l’ambito creativo. A diciannove anni si ritrova nella realtà caotica e pullulante di vitalità di Londra. Gli studi presso la Central Saint Martin’s School of Arts gli permettono di acquisire tecnica ed esperienza per iniziare la scalata nel mondo dell’arte. Dai progetti accademici escono numerosi lavori sperimentali e l’allestimento degli studi di MTV a Camden Town.

Dotato di gusto, professionalità, sensibilità e costante impegno si ritrova in poco tempo a collaborare con grandi nomi del panorama grafico e comunicativo inglese, guadagnandosi il ruolo di graphic e visual designer attraverso i suoi progetti creativi a tutti gli effetti. Interessato e profondamente ispirato da quell’atmosfera culturale ed estetica così tipica della filosofia britannica, del cyber-goth, del revival e dell’estrema avanguardia, Passeri decide di abbracciare appieno questo pensiero, facendolo proprio e trasmettendolo nelle sue creazioni. Il rientro in Italia nel 2006 è seguito dalla necessità di voler rappresentare ciò che non è visibile nella realtà in modo concreto.

L’approccio alla realtà interiore diviene ora una vera e propria introspezione, con domande, ricerche e considerazioni mosse dal bisogno di espressione. I primi lavori vedono la sperimentazione di supporti pittorici e tecniche di pittura. Così prendono vita opere perfettamente curate e studiate portate nella mostra al palazzo dei Podestà a Città di Castello nel 2015. Nascono quattro collezioni: I Giardini di Marte, intensi paesaggi astratti dai colori squillanti ed ipnotici; Ab Origine, forme fluide, quasi molecolari nella loro fusione sulla tavola, atte ad indicare un mondo primordiale; Fashion Tec Me, tavole tridimensionali con incursioni dal mondo della moda attraverso l’utilizzo di carta-modelli uniti ad un embrionale studio di forme aliene; l’ultima collezione, ancora in espansione, caratterizzata da scenari post-apocalittici, creature aliene, antropomorfe, androgine e forme simboliche.

Leonardo Passeri si dedica anche al fashion, impegnandosi nella creazione di una collezione di capispalla di alta qualità dalle linee simmetriche e precise, con riferimenti alle vesti militari medievali, da lui completamente rivisitate. La collezione viene presentata con una sfilata durante la mostra “Ab Origine” nel 2015, alla Galleria Artemisia di Perugia, insieme all’omonima raccolta pittorica. Il 2017 vede l’artista impegnato in una serie di nuovi progetti: la mostra “Fashion Tec Me” nella chiesa sconsacrata Santa Maria della Misericordia a Perugia con una seconda presentazione dei capispalla, abbinata alla collezione tridimensionale sul fashion e all’ultimo progetto pittorico con scenari e visioni dal futuro; la realizzazione del manifesto per la rassegna musicale “Umbria Jazz Winter” 25a edizione 2017 e la continuazione della sue ultime creazioni.

Piazza del Sacrificio /Sacrifice square
Acrilico e smalti su tavola / Acrylic and enamels on wood
cm 100 x 150 x 3

Via Respiratoria/Respiratory way
Acrilico e smalti su tavola / Acrylic and enamels on wood
cm 150 x 100 x 3

Ad Extirpanda
Acrilico e smalti su tavola / Acrylic and enamels on wood
cm 130 x 3000 x 3