Seleziona una pagina

Gabriele Lamberti

Nato nel 1957, laureato in Filosofia, diplomato in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è attualmente titolare della Cattedra di Anatomia Artistica. Comincia ad esporre a livello nazionale dal 1986. Partecipa alla mostra “Nuova Officina Bolognese”, tenutasi alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna nel dicembre del 1991. In quell’occasione vennero alla ribalta alcuni fra i più importanti giovani artisti operanti nell’area bolognese. Il coinvolgimento di Lamberti nell’ambito della Pittura Mediale, corollario del Medialismo, corrente artistica teorizzata dal critico Gabriele Perretta, avviene nella cerchia degli artisti che espongono nei primi anni Novanta, nella galleria di Loretta Cristofori a Bologna. Nel 1994 partecipa alla mostra “Icastica” alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna, nel 2002 a “Bologna Contemporanea” sempre alla G.A.M. di Bologna.

Per quattro anni lavora con la galleria Ruggerini & Zonca di Milano, poi con la galleria di Paolo Tonin a Torino, con la quale ancora collabora. Partecipa a diverse collettive in Italia e alcune all’estero, fa mostre personali oltre che a Milano e Bologna, a Torino, Trieste, Alessandria. Alcuni sui lavori sono in collezioni pubbliche (Gam di Bergamo) e private. L’artista ha sviluppato una ricerca legata all’immaginario popolare, vicino in particolare al mondo dell’infanzia, visto con ironia e sempre filtrato da una vena di sottile crudeltà e stupore. L’ultimo ciclo di lavori è dedicato al Coniglio Nero, la figura polimorfa scaturita dal suo immaginario ludico e beffardo, che entra nelle immagini della storia dell’arte antica sostituendosi ad uno dei personaggi di rilievo presenti nell’originale e ne modifica il senso, caricandolo di contenuti ambigui e fuorvianti.

Sul suo lavoro hanno scritto fra gli altri: Dede Auregli, “Anteprima”, 2-8 nov. 1990.
Roberto Daolio, “Flash Art”, n°173 marzo 1993.
Elena Pontiggia, “Arte”, n. 244, Ottobre 1993.
Gabriele Perretta, Medialismo, Ed. Politi, Borgo Trevi, Perugia, giugno 1993.
Enrico Crispolti (a cura di), La pittura in Italia – Il Novecento (parte III), Electa.
Maria Luisa Frisa, Incanto banale, catalogo della mostra, Galleria Ruggerini & Zonca, Milano, maggio 1996. Fabiola Naldi, “Flash Art”, n.219, dic.’99 – genn.’00, pag. 87. Valerio Dehò, Cuori a molla, Paolo Tonin Arte Contemporanea, Torino 2001.
Edoardo Di Mauro, Una babele postmoderna – Realtà e allegoria nell’arte italiana degli anni ’90, catalogo della mostra. Marisa Vescovo, Nel segno di Pan, catalogo della mostra, Studio Vigato, Alessandria 2004.
Bruno Benuzzi, in occasione degli “Incontri con l’autore” presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, febbraio 2005. Fabiola Naldi, “Flash Art”, n. 253, agosto-settembre 2005. Carmen Lorenzetti, in occasione della mostra Toys Stories, Zanarini, Bologna 2005.
I. Balbo, F. Giromini, R. Roda, catalogo della mostra PLEASE ME FASHION. Fluttuazioni fra arte e moda, Palazzo Ducale di Sabbioneta, giugno – luglio 2010, Editoriale Sometti, Mantova 2010.

La Dama e l’unicorno, il tatto (il coniglio nero)/The Lady and the unicorn, the sense of touch (the black rabbit)
Tecnica mista su tela/Mixed media on canvas
cm 130 x 130