Il Museo dell’Ordine di San Giovanni

La storia di novecento anni dell’Ordine di San Giovanni tocca molti punti cardine della storia globale. L’Ordine di San Giovanni, un’antica confraternita religiosa con origini che precedono le crociate, per tutta la sua esistenza ha risposto ai mutevoli bisogni sociali adeguandosi di conseguenza. Oggi, in qualità di organizzazione umanitaria internazionale, l’Ordine di San Giovanni continua a rimanere fedele alla sua fondazione, come un’organizzazione creata per fornire assistenza medica a chi ne ha bisogno a prescindere dalla fede o dai mezzi.

Il Museo dell’Ordine di San Giovanni racconta questa storia. Situato in St John’s Gate, è esso stesso simbolo del passato monastico di Clerkenwell, e parte restante di quello che fu il quartier generale medievale dell’Ordine di San Giovanni a Londra; le gallerie del Museo raccontano il percorso di un’organizzazione militare religiosa unica nel suo genere e il suo contributo alla storia del mondo. Attraverso le collezioni del Museo, il racconto dell’Ordine è portato in vita. Dalle rivolte alle rivoluzioni, attraverso guerra e pace, il Museo rivela come lo scopo caritatevole dell’Ordine Medievale mantenga il suo ruolo anche nella contemporaneità, e si afferma attraverso la sua missione di beneficenza universale.

Esponendo arte moderna e concettuale accanto a manufatti storici la mostra, “Techno Medioevo: The Age of Future Reloaded” diventa un’opportunità per il Museo dell’Ordine di San Giovanni per riflettere sia sull’antichità che sul moderno. La giustapposizione di pezzi contemporanei con le collezioni permanenti del Museo, provoca un dialogo dinamico che consente al Museo stesso di esplorare una nuova narrativa e coinvolgere nuovi spettatori. Inoltre, la reazione degli artisti di “Techno Medioevo: The Age of Future Reloaded” nei confronti di una ispirazione sia storica che contemporanea, aggiunge un’ulteriore dimensione tecnologica negli ambienti dei musei che la ospitano, che per loro stessa natura sono incentrati principalmente sul passato.

Le numerose collezioni del museo comprendono: dipinti, sculture, antichità, manoscritti, libri rari, armi e armature, oltre a oggetti che evidenziano il ruolo di San Giovanni come motore del cambiamento sociale per tutto il XIX e XX secolo. Oltre alle collezioni, gli edifici del Museo, le cui prime parti risalgono al XII secolo, forniscono un profondo senso del luogo e del contesto. Il concetto di “Techno Medioevo: The Age of Future Reloaded” cerca di esplorare il rapporto tra passato e futuro attraverso il prisma del progresso tecnologico; ciò significa che gli esclusivi spazi architettonici e le collezioni del Museo formano uno sfondo perfetto per la mostra.

In seguito alla creazione di una collaborazione nata nel 2011, la Fondazione Sir Denis Mahon ha sviluppato un rapporto sempre più stretto e produttivo con il Museo dell’Ordine di San Giovanni. Nel sostenere esposizioni focalizzate in un’istituzione più piccola, la Fondazione ha permesso al Museo dell’Ordine di San Giovanni di curare una serie di mostre altamente specializzate in possesso di un livello di rigore accademico, innovazione e presentazione che semplicemente non sarebbe stato possibile realizzare per i mezzi limitati del Museo. Nel mostrare il lavoro collettivo di artisti contemporanei, già rappresentati in collezioni internazionali di alto profilo, “Techno Medioevo: The Age of Future Reloaded”, continua a far progredire il profilo del museo come luogo di affascinante dibattito artistico.

Tom Foakes

Note sull’Autore

Tom Foakes è direttore del Museo dell’Ordine di San Giovanni, dove ha supervisionato il restauro e il rinnovo delle gallerie del museo grazie ai 4,1 milioni di sterline donate dall’Heritage Lottery Fund. Storico dell’arte, Tom Foakes ha iniziato la sua carriera professionale presso alcune case d’asta, tra cui Christie’s, prima di trasferirsi al Dipartimento di Cultura del Governo Britannico e poi collaborando con altri Musei indipendenti. Tom Foakes ha un interesse particolare nell’interpretazione e nella presentazione degli interni storici, e attualmente sta lavorando a una rielaborazione sistematica degli interni Tudor, vittoriani ed edoardiani del quartiere di St Johns Gate di Londra dove si trova l’antica casa dell’Ordine di San Giovanni.

Robot crociato – Cavaliere teutonico
Assemblaggio di materiali di recupero in ferro e circuiti elettrici
cm 67 x 218

Salvator Mundi
Leonardo Passeri, 2017
Acrilico e smalto su pannello